martedì 8 aprile 2008

mercoledì 2 aprile 2008

Il Politometro

Quale metodo migliore per misurare il proprio posto nella "mappa politica", se non il Politometro proposto da LaRepubblica.it? Una manna per gli indecisi...

martedì 1 aprile 2008

I Superbanner

...e dopo il pesce d'aprile del precedente post, si torna con un altro argomento semi-serio... Le pubblicità di "La Repubblica.it". Non ho molto tempo, quindi lascio a voi guardare il nuovo esaltante banner, capace di coprire il 100% della finestra browser e di scomparire dopo (parecchi) secondi di rabbia e bestemmie.
Il prossimo passo sarà quello di utilizzare banner che escono autonomamente dal monitor e ti costringono ad acquistare il prodotto con una pistola alla tempia. Siamo vicini :-)

Senza parole

Il comportamento dell'Ateneo Federico II° di Napoli mi sembra - ancora una volta - contrario ad ogni logica.
Questa volta a tenere banco è l'atteggiamento censorio (se così si può definire) dell'Università nei confronti del Portale Studenti Facoltà Scienze Politiche (Politologi). Riporto qui uno spezzone dell'ultimo post, dato che il sito chiuderà il 2 aprile 2008.
Politologi ha anticipato l'assemblea studentesca - inizialmente prevista per il 3 Aprile - per discutere insieme a tutti gli studenti dei problemi cronici della nostra facoltà, ma anche per annunciare la chiusura del portale politologi.com. La notizia ci è arrivata stamattina. Una lettera, inviata dall'ateneo, ci ha intimato di "chiudere lo spazio web entro le ore 20 del giorno 1 Aprile per violazione di compiti amministrativi riservati a personale istituito in base alle disposizoni del decreto rettoriale n°96/2002". In altre parole, la Federico II ci chiede di chiudere battenti per aver fornito agli studenti servizi (quali appunti gratis, consigli, materiale didattico, domade dei prof. agli esami, ecc) che possono essere distribuiti solo "attraverso regolare autorizzazione" o da un "sito istituzionale"

Questa è CENSURA. Una parola che non dovrebbe esistere in un luogo come l'Università.


PS: In data 29/03/2008 "La Repubblica" ha dedicato un articolo alla protesta di Solunina. Non pensavo mi citassero direttamente... Comunque spero che l'attenzione dei media faccia sì che arrivino delle risposte dagli organi alti.

lunedì 24 marzo 2008

Le attività culturali dell'Università Federico II°: Il calendario delle Studentesse

Ogni anno l'Università degli Studi di Napoli Federico II stanzia dei fondi per le attività culturali e sociali proposte dagli studenti, distribuendoli attraverso un'apposita graduatoria ai progetti delle associazioni studentesche e dei gruppi di studenti ritenuti più meritevoli. Ecco il regolamento, il bando e la graduatoria.
Bene, quest'anno c'è molto da dire sui metodi di scelta, e per ragioni che toccano personalmente il gruppo Solunina. Solunina è il forum non ufficiale della Facoltà di Sociologia. Nato più di 3 anni fa da Dario De Notaris, ha oltre 3.500 utenti iscritti, 12.000 visitatori unici mensili, 266.000 visite mensili e quasi 35 milioni di accessi. Solunina è da oggi in sciopero. Dei quattro progetti presentati (Convegno Bauman, Portale Web, il giornale di facoltà "Libra News" e il Cineforum) è rientrato in graduatoria soltanto il primo. Ciò significa che il sito rimarrà senza fondi, perché la Commissione ha deciso che è culturalmente più valido il concorso di Reginetta dell'Ateneo che un grande portale.
Ma da chi è composta questa Commissione? Diamo un'occhiata al regolamento... L'assegnazione dei fondi viene decisa dai "[...]rappresentanti degli studenti in Consiglio di Amministrazione e da
un pari numero di docenti scelti dal Consiglio di Amministrazione fra i propri componenti". Le associazioni che, come Solunina, non hanno membri tra i rappresentanti degli studenti risultano essere svantaggiate rispetto alle altre. La graduatoria viene stilata in base ai punteggi che la commissione dà ai singoli progetti su qualità e interesse della proposta, oltre che da altri fattori descritti nel regolamento.
Guardiamo la graduatoria. Il progetto "Reginetta dell'Ateneo" ha ricevuto 3000 euro (!!!), con punteggio massimo in qualità (!!!) e interesse (!!!). Il "Calendario delle Studentesse 2008" ha ricevuto quasi 5.000 euro, con 40/45 di qualità e il massimo di interesse. Non c'è che dire, l'ateneo Federico II punta davvero sulla qualità culturale, mentre progetti come il portale Solunina e il giornale di facoltà sono stati trattati come spazzatura. Inoltre si può notare una predominanza di fondi assegnati sempre alle stesse associazioni, mentre alle altre rimangono le briciole, guardacaso proprio a chi non ha membri nel Consiglio d'Amministrazione:
Potete trovare la lista completa delle associazioni finanziate su Solunina. Qui un piccolo sunto:
- St.i.ge.: 5 progetti approvati, per un totale di 28.211 euro;
- Vamos: 5 progetti approvati, per un totale di 20.117 euro;
- AS.S.I.: 4 progetti approvati, per un totale di 20.736 euro;
- Confederazione degli studenti: 4 progetti approvati, per un totale di 20.416 euro
- [...tante altre...]
- Solunina: 1 progetto approvato, per un totale di 1.094 euro.
Qualcosa non torna. La protesta contro una forma così disparitaria di assegnazione dei fondi era inevitabile.
Lancio un appello: diffondete questo messaggio. Facciamo vedere a tutta Italia che il prestigioso ateneo Federico II° di Napoli preferisce stanziare oltre 5.000 euro per il Calendario delle Studentesse invece di distribuire equamente i fondi tra le diverse associazioni.

venerdì 21 marzo 2008

Statistiche, statistiche e ancora statistiche

Statistiche mondiali in tempo reale. In World-O-Meters potrete vedere il numero degli abitanti della terra aggiornati secondo dopo secondo, il numero dei nati e e dei morti di oggi ed il numero dei nati e dei morti dall'inizio dell'anno.
Udite udite, ci hanno anche fatto un regalino: il sito calcola in tempo reale le tonnellate di spazzatura per le strade di Napoli....

mercoledì 19 marzo 2008

Napoli in HDR

Oggi vi parlo di una particolare tecnica utilizzata in fotografia, chiamata High Dynamic Range (HDR). L'ho scoperta per caso, qualche tempo dopo la mia iscrizione su Flickr, ma è diventata subito la mia tecnica preferita!
Nella pratica, le informazioni memorizzate nelle immagini HDR differiscono da quelle memorizzate nelle normali immagini digitali, in quanto queste ultime riescono a memorizzare solo quali colori vanno riprodotti sullo schermo. Le HDR invece, fondate sulla natura fisica della luce, memorizzano i veri valori fisici della luminosità e della radianza che possono essere osservate nel mondo reale.
Di fotografia non ne ho mai capito moltissimo, ma le immagini realizzate con questa tecnica sono talmente spettacolari che non potevo non linkarvene qualcuna! Innanzitutto vi segnalo due nomi che su Flickr sono due leggende: valpopando e Stuck In Customs. Ecco invece una lista di foto in HDR dei più bei posti di Napoli:
- Piazza Trieste e Trento
- Piazza del Gesù
- Piazza Dante
- La Villa Comunale
- Napoli dall'alto
- Napoli dopo la pioggia
- Cimitero delle Fontanelle
- Nisida
- Vesuvio
- ancora Vesuvio
- Le rovine di Pompei

lunedì 17 marzo 2008

I blogger che mi leggono

Iniziativa-clone ripresa dal mio vecchio blog (ormai è diventato un meme!). I miei vecchi lettori vengono ri-aggiunti di diritto :D

Si tratta di una lista aggiornata con i nomi e con i link dei vostri blog, che potete gentilmente segnalarmi commentando questa pagina. Un'iniziativa che può contribuire a conoscere altri blog da leggere (non ce ne sono mai abbastanza!) e ad aumentare il PageRank.
Non avendo la possibilità di creare una pagina dedicata ad esso, ho deciso di mettere il link a questo post (che conterrà la lista) nella colonna a destra, in un posto molto ben visibile! Man mano aggiornerò questo post con tutti i link delle persone che mi leggono (4, secondo le ultime stime :-P).
Fate anche voi la vostra paginetta con i blogger che vi leggono, e spargete la voce! ;-)

La lista dei miei lettori:
- Paso
- Ros
- LukeWebSurfer
- Elshady
- Antonio
- Luigibio
- Pasquale Capasso
- Serafino
- Flashmotus
- Yokai

Si inizia

Internettopoli mi stava un po' stretto. Succede. Quando il blog mira a trattare un singolo argomento diventa meno libero. Lì non riuscivo a "sforare", a scrivere di qualunque argomento mi passasse per la testa.
Questo blog è diverso. Libertà a 360° e una sola regola: nessuna censura. No, non riempirò il mio blog di imprecazioni, bestemmie, accuse contro tutto e tutti. Non è nel mio stile.
Una cosa che mi perdonerete è il non-utilizzo della "u" accentata. La mia tastiera è attualmente sprovvista di quel tasto e non ho voglia di cambiarla.. :-)
Per quanto riguarda il nome del blog, beh... La mia fantasia ha purtroppo dei limiti, e non sono riuscito a trovare niente di meglio! Pazienza....